Spring Archaeology in Live Streaming

Scusandoci per il lungo periodo di silenzio, vi scriviamo con gli ultimi aggiornamenti in merito al convegno Spring Archaeology

L’evolversi dell’emergenza sanitaria ci ha spinto a ripensare l’organizzazione dell’evento. La volontà di portare avanti l’iniziativa, e dimostrare così non solo la vitalità della ricerca in Italia, ma anche la forza di volontà delle persone in essa impegnate e la capacità di adattarsi alle situazioni più avverse, ha portato alla nascita di una, parzialmente nuova, forma di convegno.

La tre giorni, articolata su un programma sostanzialmente invariato rispetto a quello già pubblicato sui social e sul sito dedicato, propone la presentazione delle ricerche selezionate tramite servizio StreamYard e diretta YouTube sul canale di Let’s Dig Again, social media partner dell’evento, con tavola rotonda conclusiva.

L’unico adattamento, in questo senso, riguarda la presentazione dei poster, per i quali è stato riservato uno spazio dedicato all’interno del sito della web radio.

SPRING ARCHAEOLOGY 2021 (?) – Ripartire insieme

Spring Archaeology nasce come occasione di incontro e confronto tra studenti e giovani ricercatori impegnati nel grande ambito dell’archeologia contemporanea. Per questo motivo abbiamo deciso di far seguire all’evento on-line un più tradizionale e fisico momento di riunione, da programmare al risolversi dell’attuale crisi sanitaria.

Il nostro obiettivo è stimolare una discussione guidata da esperti e sviluppata attorno alle tematiche messe in luce durante la tre giorni on-line, relative sia alle ricerche presentate che alle questioni emerse dalla tavola rotonda conclusiva. L’incontro, oltretutto, potrà essere un’occasione per analizzare assieme le strategie di adattamento variamente messe in campo per la realizzazione delle iniziative culturali in periodo di emergenza, compresa l’adozione dei mezzi telematici.

Siamo convinti che il costante impegno ripaghi, e questo si traduce per noi nell’adattarci alla situazione, e trarne ogni beneficio possibile.

A presto,
Il Comitato Organizzativo


Posted by Andrea Bellotti

La Tarda Antichità è al centro dei suoi interessi accademici e dal 2013 si occupa di comunicazione archeologica. È ideatore, speaker e social media manager di “Let's Dig Again”, progetto sviluppato come tesi triennale presso l'Università degli Studi di Siena. Fa parte di “Uomini e Cose a Vignale” dal 2011, progetto di archeologia pubblica diretto alla valorizzazione del territorio del sito del Vignale a Piombino (LI). Videogamer e appassionato di fantasy, fantascienza e thriller. Mangiatore di pizzoccheri.

Lascia un commento